Medicina rigenerativa

Rigenerazione e ripristino

Medicina Rigenerativa con l’utilizzo degli emocomponenti ad uso non trasfusionale

La Medicina Rigenerativa con l’utilizzo degli emocomponenti ad uso non trasfusionale è un settore multidisciplinare che integra ricerca e applicazioni cliniche, sfruttando il potenziale terapeutico dell’organismo per promuovere la rigenerazione o il ripristino delle condizioni fisiologiche dei tessuti interessati da malattie, traumi e invecchiamento determinando una migliore qualità di vita.

 

Cos’è
il PRP (plasma ricco di piastrine), il lisato piastrinico, il collirio autosiero, sono dei potenti concentrati di fattori di crescita in grado di stimolare la rigenerazione dei tessuti.
Esistono diversi emocomponenti derivanti dal sangue periferico che possono essere utilizzati nella terapia rigenerativa:

  • PRP,
  • gel piastrinico,
  • lisato piastrinico,
  • colla di fibrina,
  • collirio autosiero.

 

Quali patologie vengono trattate
Le indicazioni terapeutiche per l’utilizzo di questi emocomponenti sono svariate e periodicamente, in relazione alle pubblicazioni scientifiche, vengono aggiornate nuove patologie in cui è possibile utilizzare questi prodotti. Attualmente le branche in cui c’è maggior rilievo scientifico di efficacia di questi trattamenti sono:

  • Ortopedia: Artriti, Artrosi
  • Medicina dello Sport: Tendiniti, Tendinosi, Lesioni muscolari
  • Dermatologia: Piede diabetico, Ferite croniche non guaribili
  • Oculistica: Sindrome di Sjogren, Sindrome dell’occhio secco, Ulcere corneali
  • Medicina Estetica: Inestetismi, Anti-aging, alopecia

 

Rischi per il paziente
Il trattamento con PRP non presenta effetti collaterali.

 

Autorizzazioni e idoneità
La nostra struttura per poter eseguire tale terapia è stata autorizzata mediante una convenzione con un Servizio di Medicina Trasfusionale di riferimento

Il costo della terapia verrà determinato previa visita dello specialista e in base al numero dei trattamenti

Ortokine

Spegni gli infiammi articolari

Il trattamento con Ortokine ha recentemente preso piede quale terapia per gli stati infiammatori delle articolazioni e delle lesioni muscolari. Il razionale dell’utilizzo di questa procedura è che in uno stato infiammatoria articolare sono presenti svariate citochine ad azione catabolica, tra cui la più importante è l’Interleuchina.
Il prodotto Ortokine è costituito da provette all’interno delle quali sono presenti delle biglie di cristallo. Tali biglie hanno la capacità di far liberare dai leucociti presenti nel sangue periferico prelevato, di un antagonista del recettore dell’interleuchina.
L’iniezione diretta nello spazio articolare del prodotto
ricavato,  agisce quindi come trattamento in grado di spegnere gli accessi infiammatori tipici delle fasi di acuzie dell’artrosi determinando riduzione o blocco delle fasi di degradazione cartilaginea.